Prurito della pelle in gravidanza: le cause più comuni di prurito in gravidanza




Credito: Rex / Shutterstock

Ecco alcune delle cause più comuni di prurito della pelle in gravidanza tra cui stretching, sudore e PUPP.

Il prurito della pelle in gravidanza può farti impazzire ma nella maggior parte dei casi non è grave. Tuttavia, in circa l'1% delle donne, il prurito nell'ultimo trimestre può essere il segno di una grave condizione epatica nota come colestasi ostetrica. Ti diciamo tutto ciò che devi sapere sul prurito in gravidanza, inclusi consigli cruciali su quando consultare il tuo medico di famiglia.

Non c'è niente di peggio di un prurito per essere davvero sotto la pelle. Un prurito può iniziare come una piccola seccatura, ma un prurito persistente può consumarti molto rapidamente rendendoti stanco, irrequieto e irritabile. Anche solo provare a resistere alla tentazione di graffiare può farti impazzire, mentre graffiare può aggravare i problemi aggiungendo pelle irritata all'irritazione iniziale.






Cause di prurito in gravidanza

Il prurito è uno dei problemi più comuni che devono affrontare le donne in gravidanza e ha diverse cause.

1. Un lungo tratto

Man mano che il bambino cresce e il corpo cambia, la pelle deve allungarsi per adattarsi alla pancia in espansione. Le smagliature sono il segno visibile della tensione sottoposta alla pelle e il prurito è spesso un altro effetto indesiderato, in particolare durante l'ultimo trimestre.

2. Inferno ormonale

Prurito alle palme? Non riesci a smettere di grattarti la pianta dei piedi? Saranno di nuovo quegli fastidiosi ormoni della gravidanza. In questa occasione è colpa dell'estrogeno. Tuttavia, in rare occasioni un intenso prurito alle mani e ai piedi può essere un segno di una colestasi ostetrica - una grave complicazione della gravidanza che richiede un attento monitoraggio. (vedi sotto).

3. Betty sudata

Le ghiandole sudoripare sono necessarie per regolare la temperatura corporea e durante la gravidanza, in particolare nell'ultimo trimestre, queste ghiandole vanno in overdrive. Le donne in forte gravidanza possono ritrovarsi gocciolanti di sudore, soprattutto durante i caldi mesi estivi. Questo, a sua volta, può portare a eruzioni cutanee che possono essere molto pruriginose.

4. Un argomento (non molto piacevole)

Modifiche al sistema immunitario possono significare che alcune donne che non hanno mai sofferto di eczema lo sviluppano per la prima volta in gravidanza. Le donne che già soffrono di eczema atopico possono riscontrare un peggioramento.

5. Che cos'è il PUPP?

Le papule e le placche dell'urticaria pruriginose della gravidanza sono un po 'un boccone, motivo per cui la condizione viene comunemente definita PUPP in breve. PUPPS è un'eruzione cutanea estremamente pruriginosa che si sviluppa nel terzo trimestre e colpisce circa 1 donna su 160 in gravidanza. Fortunatamente la condizione, sebbene follemente irritante, è innocua sia per la madre che per il bambino.

I medici non sono sicuri di ciò che lo causa, ma una ricerca recente suggerisce che potrebbe avere a che fare con le cellule fetali che entrano nella circolazione sanguigna della madre.

L'eruzione cutanea rossa appare per prima nelle smagliature intorno all'ombelico. Si diffonde quindi sulle cosce e talvolta sui glutei, sul seno e sulle braccia. L'unica cosa positiva è che non appare mai in faccia - piccole misericordie che conosciamo!

L'eruzione cutanea può durare fino a 6 settimane ma scompare spontaneamente entro pochi giorni dal parto. Per fortuna il prurito più grave di solito dura non più di una settimana. Stranamente è più comune nelle donne che portano gemelli o multipli, o in quelli che portano un ragazzo.

Se sviluppi un'eruzione cutanea che si adatta a questa descrizione, chiedi consiglio al tuo medico di famiglia. È possibile che ti vengano prescritte creme idratanti topiche o pomate acquose / emollienti o, se hai un caso particolarmente brutto, ti possono essere prescritte creme corticosteroidi topiche per aiutare a dare un rapido sollievo.

6. Quando il prurito in gravidanza è più grave

Colestasi ostetrica (noto anche come colestasi intraepatica della gravidanza o ICP) è una malattia epatica potenzialmente grave tipica della gravidanza. Se non diagnosticata e lasciata non gestita, la condizione può causare parto prematuro, angoscia fetale e in alcuni casi parto morto.

Non è chiaro cosa causi OC ma sembra che alcune donne abbiano fegati che non sono in grado di far fronte all'aumento di estrogeni e progesterone che accompagnano la gravidanza. Questo inibisce il flusso di acidi biliari che possono accumularsi nel sangue.

Spesso l'unico sintomo di OC è un prurito persistente che peggiora nel tempo. Il prurito può essere lieve, ma può essere così grave che il malato si gratta al punto in cui sanguina. Spesso è peggio di notte e in genere inizia su braccia, gambe, mani e piedi.

Se soffri di prurito durante la gravidanza senza eruzioni cutanee, nessuna causa evidente e nessun segno di sollievo, parla con l'ostetrica o il medico di famiglia. Un semplice esame del sangue è tutto ciò che serve per diagnosticare la condizione e la buona notizia è che la gestione attiva ridurrà significativamente tutti i rischi associati al nascituro.




Trattamento per prurito della pelle in gravidanza

1. Rimedi da banco

Chiedi al tuo farmacista di raccomandare over the unguenti topici che puoi applicare. Non tutti sono adatti in gravidanza, quindi controlla prima.

2. Bagni di farina d'avena

Evita i bagni caldi perché possono rendere la pelle secca e pruriginosa. Prova invece a fare un bagno di farina d'avena tiepida. Puoi prepararne uno tu stesso macinando l'avena normale del supermercato in una polvere fine che puoi aggiungere all'acqua del bagno, oppure prova la gamma di prodotti per la cura della pelle Aveeno che include una serie di prodotti e preparati a base di farina d'avena progettati per lenire e alleviare il prurito.

3. Evita i saponi profumati

Optare per saponi idratanti delicati e senza profumo poiché i prodotti profumati possono aumentare il prurito.

4. Indossare fibre naturali

Se ti accorgi che stai sudando molto, opta per i vestiti di cotone poiché le fibre sintetiche come il poliestere intrappolano l'umidità e hanno maggiori probabilità di provocare focolai di calore.

5. Idrata, idrata, idrata

La secchezza è il fattore principale nel causare prurito, quindi idrata sempre la pelle quando sei fresco dal bagno. Adoriamo la lozione per massaggi Formula Palmer al burro di cacao che è disponibile nella maggior parte dei principali supermercati.

6. Una ricetta per il sollievo

Se la farina d'avena non funziona, prova a mescolare mezza tazza di lievito in polvere con mezza tazza di farina di mais e aggiungerla all'acqua del bagno.

boohoo plus size abbigliamento
Lettura Successiva

Pianificatore di pasti per pappe: svezzamento a 6 - 7 mesi