Questo è il posto più sicuro al mondo per avere un bambino



Il posto più sicuro al mondo dove avere un bambino è stato rivelato, ma i primi 10 potrebbero sorprenderti.

L'UNICEF ha esaminato quali paesi nel mondo sono i più sicuri per le donne nell'accogliere i loro bambini nel mondo, classificando i paesi in base al tasso di mortalità neonatale nel 2016.

cosa sono le crespelle

Secondo il rapporto, il posto più sicuro dove avere un bambino è il Giappone, dove c'è solo un decesso ogni 1.111 nascite dal vivo.



È interessante notare che il Regno Unito non è nemmeno tra i primi dieci e si piazza al 30 ° posto. Ha un tasso di mortalità più elevato per i neonati nel primo mese rispetto a paesi come Cuba e Lituania.



Solo uno su 1.111 bambini in Giappone muore prima di compiere un mese

Nell'elenco dell'UNICEF di 184 paesi, il Pakistan è in fondo. Il tasso di mortalità neonatale in Pakistan è preoccupantemente alto, con una su 22 nascite vive con conseguente morte.

Secondo i dati dell'UNICEF, ciò significa che un bambino in Pakistan ha una probabilità 50 volte maggiore di morire nel primo mese di vita rispetto a uno nato in Giappone.

La povertà e la scarsa istruzione hanno un impatto enorme sul tasso di mortalità dei bambini nel loro primo mese di vita. Ogni anno 2,6 milioni di bambini muoiono prima di compiere un mese e 2,6 milioni di bambini in più sono nati morti.

Circa l'80% di queste morti neonatali è prevenibile ma insorge a causa di complicazioni alla nascita, prematurità o infezione. Ciò equivale a circa 7000 neonati che muoiono ogni giorno.

Parlando della relazione, il direttore esecutivo dell'UNICEF, Henrietta Fore, ha dichiarato: 'Sebbene abbiamo più che dimezzato il numero di morti tra i bambini di età inferiore ai cinque anni nell'ultimo quarto di secolo, non abbiamo fatto progressi simili nel porre fine alle morti tra i bambini meno di un mese.



'Dato che la maggior parte di queste morti è prevenibile, chiaramente, stiamo fallendo i bambini più poveri del mondo.'

Anche la tennista professionista ed ex numero uno al mondo, Serena Williams ha recentemente sensibilizzato su questo tema.

Ha parlato di quanto si senta fortunata di aver partorito in un paese con adeguate cure mediche e sanitarie dopo essere quasi morta quando ha dato il benvenuto a sua figlia.

Scrivendo in un articolo per la CNN, Serena ha ricordato come il suo battito cardiaco è calato drasticamente durante le contrazioni e come ha sofferto di embolia polmonare dopo il parto.

pollo fritto dimagrante mondo

Riflettendo su questo, ha ringraziato nuovamente il suo team medico e ha invitato altri a donare all'UNICEF e ad altre organizzazioni che stanno lavorando per aiutare le madri e i bambini bisognosi.

Ha scritto: 'Sono così grato di aver avuto accesso a un team medico così incredibile di medici e infermieri in un ospedale con attrezzature all'avanguardia.

'Sapevano esattamente come gestire questa complicata svolta di eventi. Se non fosse per la loro cura professionale, non sarei qui oggi ... Ogni madre, ovunque, indipendentemente dalla razza o dal background, merita una gravidanza e un parto sani. E puoi aiutare a renderlo realtà.

'Insieme, possiamo apportare questo cambiamento. Insieme, possiamo essere il cambiamento. '

Lettura Successiva

Sarah Jayne Dunn di Hollyoaks costretta a prendersi una pausa dal sapone dopo che il figlio è stato ricoverato in ospedale