Varicella: quali sono i sintomi e il trattamento?




Credito: Westend61 / REX / Shutterstock

La varicella è una condizione abbastanza comune che interesserà la maggior parte delle persone ad un certo punto della loro vita, ma come si possono individuare i sintomi e trattarli? Ecco tutto quello che devi sapere ...

La maggior parte dei bambini avrà la varicella ad un certo punto prima di avere 10 anni e sebbene a disagio, la maggior parte dei casi non è seria.




Cos'è la varicella?

La varicella è un'infezione virale, che si diffonde rapidamente e facilmente tra i bambini, quindi è una malattia comune che i piccoli attraversano. Il SSN afferma: 'I bambini di solito catturano la varicella in inverno e in primavera, in particolare tra marzo e maggio', quindi vale la pena essere molto vigili in questi tempi.



Dato che è estremamente contagioso (circa il 90% delle persone che non l'hanno mai avuto lo svilupperà se messo in contatto con il virus) è molto difficile impedire a tuo figlio di contrarlo.

Quando tuo figlio lo attraversa, ci sono alcune domande a cui ogni mamma ha bisogno di risposte - e velocemente. Qui spieghiamo sintomi, cause, trattamenti.




Sintomi della varicella: come si presenta la varicella?




La varicella spesso inizia con la febbre pochi giorni prima che compaiano le macchie. Il tuo piccolo avrà quindi macchie rosse e pruriginose su tutto il corpo, che si trasformeranno in vesciche piene di liquido. Questi normalmente si formeranno in gruppi. Alla fine crolleranno e cadranno dopo una settimana o due. È considerata una condizione lieve, ma per chiunque abbia mai sofferto lo saprà, i punti possono essere davvero irritanti e il tuo bambino probabilmente si sentirà a disagio.

È causato da un virus chiamato varicella-zoster che viaggia in piccole goccioline di saliva o muco che si diffondono attraverso la tosse e lo starnuto. La maggior parte dei bambini avrà la varicella prima dei 10 anni, con il 90% delle persone che ne sono immuni quando raggiungono l'età adulta.

Generalmente, il peggio dell'eruzione cutanea è scomparso in circa 5-7 giorni. Questo è una volta che le macchie sono esplose e si sono trasformate in bolle.

Primi segni di varicella in un bambino prima che si sviluppi la prima eruzione cutanea:

  • Sintomi influenzali
  • Non mi sento bene
  • Una temperatura elevata (febbre) di 38 ° C (100,4 ° F) o superiore
  • Muscoli doloranti
  • Mal di testa
  • Perdita di appetito

Dove è probabile che si sviluppi l'eruzione cutanea:

  • Dietro le orecchie
  • Sul viso
  • Sopra il cuoio capelluto
  • Sul petto e sul ventre
  • Sulle braccia e sulle gambe



Cosa devo fare se mio figlio ha la varicella?

Informa immediatamente la loro scuola o scuola materna, se hanno quell'età, e attendi che gli ultimi punti siano esplosi e crollati prima di tornare. I neonati, le donne in gravidanza e le persone con un sistema immunitario abbassato non dovrebbero essere esposti alla malattia, quindi cerca di tenere il bambino al chiuso e lontano dalla famiglia e dagli amici a rischio.




Come trattare la varicella





La maggior parte dei bambini supera la varicella da sola. Ci sono cose che puoi trovare in farmacia, come la lozione alla calamina o il gel rinfrescante ViraSoothe Chickenpox Relief che aiuta a calmare il prurito. E gli antidolorifici come il paracetamolo aiuteranno a ridurre la febbre. Assicurati che tuo figlio beva molti liquidi e non graffi i punti, perché potrebbe lasciare cicatrici.

È anche importante che ai bambini che hanno la varicella non vengano somministrati antidolorifici o medicine a base di aspirina o ibuprofene. Il dottor Anshumen Bhagat, creatore dell'app medico-su richiesta GPDQ, che ha 15 anni di esperienza lavorativa per il SSN spiega perché: 'I bambini con varicella che assumono aspirina possono sviluppare una condizione potenzialmente fatale chiamata sindrome di Reye, che causa grave cervello e danno al fegato. Non somministrare MAI un'aspirina ai bambini se si sospetta o si sa che hanno la varicella. '

Il dott. Anshumen prosegue confermando che l'ibuprofene e altri antinfiammatori non devono essere utilizzati, 'a causa del piccolo rischio di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) che causano reazioni avverse cutanee durante la varicella' poiché 'possono causare vesciche diventa più grave in alcuni casi e, in rari casi, può portare a setticemia '.

I trattamenti per la varicella a colpo d'occhio includono

  • Lozione alla calamina
  • Gel di raffreddamento
  • paracetamolo
  • Vestiti freschi e leggeri
  • Un sacco di liquidi



Devo portare mio figlio dal medico?





È importante andare dal medico prima di tutto se sai che il bambino ha un sistema immunitario debole o ha meno di sei settimane. Tuttavia, se il bambino sviluppa difficoltà respiratorie, dolore toracico o vesciche infette, contattare immediatamente il medico di famiglia.

Il medico di solito esegue un esame del sangue per vedere se il bambino sta producendo gli anticorpi contro il virus della varicella.

il dottor pixie mckenna partorisce



Per quanto tempo è contagiosa la varicella?

Il virus della varicella è alquanto contagioso pochi giorni prima che compaiano le macchie, e si ritiene generalmente che non sia contagioso dopo che le macchie sono state scavate.




La varicella può essere prevenuta?

Esiste un colpo di immunizzazione per la varicella, ma non viene offerto ai bambini nel Regno Unito a meno che non siano particolarmente vulnerabili alla malattia.

Questo perché dopo le due dosi raccomandate del vaccino, non ha un tasso di successo del 100%, quindi c'è ancora una possibilità che tuo figlio contragga la varicella dopo l'immunizzazione




Varicella negli adulti: gli adulti possono catturare la varicella e si può ottenere la varicella due volte?

La varicella negli adulti è rara, ma puoi ancora prenderla se non l'hai mai avuta. È abbastanza improbabile che tu l'abbia già avuto, dato che solo il 13% delle persone ha la varicella più di una volta.




Posso prendere l'herpes zoster da qualcuno con la varicella?

No. Puoi prendere la varicella da qualcuno con l'herpes zoster, ma non viceversa.




Varicella e gravidanza: cosa succede se ricevo la varicella mentre sono incinta?




La varicella può essere pericolosa per le persone in gravidanza o che hanno un sistema immunitario indebolito. Il virus può causare complicazioni alla futura mamma e al suo bambino non ancora nato, che possono includere polmonite o, in casi molto rari, infiammazione del cervello o del fegato. Se sei incinta o hai partorito nell'ultima settimana e pensi che potresti essere stato esposto alla varicella, consulta il tuo medico di famiglia e non aspettare fino a quando appariranno dei punti per fissare un appuntamento. Vale la pena ricordare, tuttavia, che è molto raro per le donne in gravidanza contrarre la varicella.

Se si viene infettati, le donne in gravidanza possono assumere un medicinale antivirale chiamato aciclovir una volta che appare l'eruzione cutanea. Non curerà la varicella, ma renderà i sintomi meno gravi. Deve essere preso cinque volte al giorno per sette giorni.

Lettura Successiva

Lydia Bright si apre come una mamma single, dicendo che 'non ha senso sottolinearlo'