Il tuo dentifricio sta danneggiando la tua salute?

dentifricio

dentifricio (Credito immagine: Isopix/REX/Shutterstock)

Una nuova ricerca suggerisce che le sostanze chimiche presenti nei dentifrici e nei collutori convenzionali potrebbero fare più male che bene, non solo ai nostri denti, ma alla nostra salute generale e persino all'ambiente in generale. Indaghiamo sui fatti dietro le storie spaventose e scopriamo se le alternative naturali valgono l'hype... Fluoro: amico o nemico?

hannah spearritt instagram

I dentisti raccomandano di lavarsi i denti con un dentifricio contenente almeno 1350 ppm di fluoro due volte al giorno, sostenendo che è il modo più efficace per prevenire carie e carie. La sua classificazione ufficiale come neurotossina da parte di The Lancet, tuttavia, ha visto alcuni di noi iniziare a mettere in discussione questa saggezza accettata. Secondo una meta-analisi di Harvard di ricerche pertinenti, i bambini la cui fornitura di acqua è altamente fluorata ottengono punteggi significativamente più bassi nei test del QI. La fluorizzazione dell'acqua è stata precedentemente collegata a morte in culla, eczema, artrite, disfunzione tiroidea, morbo di Alzheimer, aumento del rischio di frattura dell'anca e vari tipi di cancro. Può anche compromettere il metabolismo del glucosio e può causare la disintegrazione del collagene immagazzinato nella pelle, nei muscoli, nei legamenti, nelle ossa e nei denti. Infatti, quando i programmi di fluorizzazione dell'acqua sono stati interrotti in alcune parti del mondo, la carie sembrava diminuire!

La maggior parte dei problemi di salute deriva dalla fluorizzazione dell'acqua, ma, con i creatori di Colgate che secondo quanto riferito ammettono che un piccolo tubetto di dentifricio contiene abbastanza fluoro per uccidere un bambino, dovremmo preoccuparci? Il fluoro non viene assorbito facilmente attraverso le membrane della bocca come altre sostanze, ma, se soffri di gengive irritate o sanguinanti, potrebbe entrare nel flusso sanguigno. Inoltre, la ricerca condotta sui bambini più grandi suggerisce che possiamo ingerire fino a un terzo del dentifricio che spremiamo dal tubo ogni volta che ci laviamo.



E non è solo il fluoro a spaventarci. Il dentifricio convenzionale è ricco di una serie di additivi potenzialmente dannosi, tra cui dolcificanti artificiali, triclosan (che reagisce con il cloro nell'acqua del rubinetto per produrre cloroformio) e laurilsolfati di sodio (che possono causare gengiviti, recessione gengivale e afte). Una volta che si fanno strada nello scarico e nell'ecosistema, queste sostanze chimiche si rivelano spesso tossiche per la vita marina. Le microsfere si trovano anche nella maggior parte dei dentifrici.

E il collutorio?

Neanche il collutorio è fuori dai guai. Dal punto di vista funzionale, nel migliore dei casi è inutile e nel peggiore potenzialmente dannoso per la nostra salute dentale, affermano i dentisti, poiché risciacqua via i minerali protettivi rimasti sui nostri denti dopo la spazzolatura.

Ancora più preoccupante, coloro che si sciacquano più di 3 volte al giorno possono avere un rischio maggiore di sviluppare il cancro orale, mentre i collutori contenenti clorexidina (come Corsodyl) possono aumentare la pressione sanguigna uccidendo i batteri buoni in bocca.

L'uso di collutori alla clorexidina è stato anche collegato all'aumento dei superbatteri resistenti agli antibiotici.

Quali sono le alternative?

L'estrazione dell'olio, favorita da artisti del calibro di Gwyneth Paltrow, può tranquillamente sostituire il collutorio, secondo i professionisti del settore dentale.



Ma lavarsi i denti con olio di cocco e simili è efficace? Il dottor Damien Brady dell'Athlone Institute of Technology ha studiato i benefici dell'olio di cocco come 'attraente alternativa agli additivi chimici'. Il suo team ha scoperto che, sostenuto da enzimi digestivi, l'olio di cocco era in grado di ridurre la crescita di batteri nocivi in ​​bocca, incluso lo Streptococcus mutans che causa la carie.

I blogger di bellezza naturale affermano che lavarsi i denti con olio di cocco e curcuma ha un effetto sbiancante istantaneo, ma Nicole Scherzinger, che in precedenza preferiva l'olio di cocco, ora sceglie il carbone. 'Così è anche meglio', dice. 'Rende i denti più bianchi.' I devoti credono che, mescolato con un po' d'acqua per formare una pasta, il carbone attivo frantumato non solo sbianca i denti, ma rimuove le macchie, previene la carie e uccide i batteri cattivi.

Con l'avanzare dell'età, lo smalto dei denti inizia a consumarsi, mentre il calo dei livelli di collagene e la diminuzione della produzione di saliva che accompagnano la menopausa possono favorire la perdita e la carie dei denti. Quindi è un buon momento per abbandonare il fluoro, o no? Liz, 57 anni, ha smesso di usare prodotti convenzionali per l'igiene dentale dopo aver subito quella che ora crede essere stata una reazione tossica alle sostanze chimiche contenute in un trattamento di rimineralizzazione domiciliare fornito gratuitamente con il suo solito dentifricio. 'Nel giro di mezz'ora mi sono sentita male, con le vertigini e le vertigini', mi dice. 'Non l'ho attribuito al trattamento, fino a quando la stessa cosa non è successa di nuovo il giorno dopo.'

Decidendo di cercare 'un'alternativa più naturale e delicata', ha sostituito il suo solito dentifricio con la polvere rimineralizzante per denti e gengive di Laila London. Privo di fluoro, triclosan, laurilsolfati di sodio e dolcificanti artificiali, afferma di rimineralizzare lo smalto indebolito, sbiancare e lucidare, estrarre metalli pesanti e tossine e persino aiutare a guarire il decadimento con la sua combinazione di bentonite e argilla bianca di caolino e polvere di calcio. La mirra viene aggiunta per alleviare le gengive doloranti e gonfie, mentre la menta mantiene l'alito fresco. 'Uso la polvere da un mese ormai e i miei denti sono notevolmente più bianchi', dice Liz. “Sembrano anche meno traslucidi, quindi penso che la remineralizzazione potrebbe funzionare. E ha un sapore molto piacevole! Continuerò sicuramente a usare un dentifricio naturale e senza fluoro come questo.'



Acquista ora su amazon.co.uk per £ 10

Molte opzioni naturali contengono anche ingredienti come l'aloe vera (pensata per lenire e curare le gengive sensibili), l'albero del tè (che ha proprietà antibatteriche) e lo xilitolo (un dolcificante naturale simile allo zucchero estratto da materiale vegetale che è stato scoperto inibisce la crescita di batteri che causano cavità).

vampate di calore in menopausa

Preferisci la comodità di un'opzione 'spremi e vai'? Il dentifricio Kingfisher Finnel Fluoride-Free è approvato dalla British Dental Health Foundation.



Acquista ora su biggreensmile.com per £ 3,15

Green People produce anche una gamma sbalorditiva di dentifrici naturali privi di fluoro, SLS, triclosan e microsfere arricchiti con mirra, oli essenziali biologici e vitamina C.



Acquista ora su greenpeople.co.uk per £ 3,80

Lettura Successiva

Gli eventi più stimolanti a cui partecipare durante la Giornata mondiale della salute mentale