La mamma sostiene che la sicurezza dell'aeroporto l'ha costretta a provare che stava allattando stringendole il seno



Una mamma ha rivelato la sua umiliazione dopo aver presumibilmente chiesto di stringersi il seno per dimostrare che stava allattando quando la sicurezza dell'aeroporto divenne sospettosa del suo tiralatte.

Gayathiri Bose stava salendo a bordo di un volo per Parigi dall'aeroporto di Francoforte, in Germania, quando la sicurezza divenne cauta nei confronti del tiralatte che portava con sé.

La mamma di due stava viaggiando da sola, ma voleva continuare ad esprimere il suo latte materno per assicurarsi che continuasse a produrre cibo per il suo bambino mentre era via.



pesche e rosa

Secondo quanto riferito, il personale di sicurezza ha fermato Gayathiri e ha continuato a mettere in discussione la 33enne circa i suoi motivi per viaggiare senza i suoi figli, prima di testare il tiralatte che sospettava fosse un dispositivo esplosivo.

Gayathiri ha detto che dopo aver fatto una radiografia alla sua borsa da viaggio, il personale di sicurezza ha iniziato a parlarle con un tono 'incredulo'.

'(Avevano) un tono incredulo. “Stai allattando? Allora dov'è il tuo bambino? Il tuo bambino è a Singapore? ''

Afferma che il personale di sicurezza sembra non credere che il tiralatte sia autentico e le chiede di interrogarla ulteriormente in una stanza separata, mantenendo il passaporto.

Secondo Gayathiri, fu allora che la sua esperienza divenne 'umiliante' e le fu chiesto da una donna ufficiale di stringere il seno nudo per provare che stava allattando.

'Mi ha chiesto di aprire la mia camicetta e mostrarle il mio seno. Ha quindi chiesto come mai non avevo niente attaccato al mio seno, se stavo allattando ed esprimendo il latte materno.

'E ho detto, non esiste nulla che sia (permanentemente) attaccato, di solito posizioniamo la pompa sul nostro capezzolo e la macchina fa il lavoro.



'Voleva che le mostrassi esprimendo un po' la mano. '

oroscopo per nome

Gayathiri, che è di Singapore, ha detto alla BBC di essere 'sotto shock' e di sentirsi 'traumatizzata'.

'Ero solo sotto shock, stavo attraversando i movimenti. Ero anche tutto solo, e non ero sicuro di cosa sarebbe successo a me se avessero deciso di creare problemi per me.

'Solo quando sono uscito dalla stanza ho iniziato a capire lentamente cosa era appena successo. Ho appena iniziato a piangere, ero terribilmente arrabbiato. '

La mamma, che ha un bambino di tre anni e un bambino di sette mesi, afferma che il calvario è durato per circa 45 minuti e che in seguito lo staff sembrava non mostrare alcun rimorso.

'Quando finalmente mi hanno chiarito la questione, ho detto loro che questo non è il modo di trattare qualcuno. Ho detto 'Sai cosa mi hai appena fatto, mi hai fatto mostrare il seno?'

'L'ufficiale ha appena detto: 'Va bene, adesso è finito, per favore, vai'. Era totalmente disinvolta, non sembrava molto dispiaciuta o empatica. '

salsa di uova di capesante

Un portavoce dell'aeroporto di Francoforte ha confermato che Gayathiri è stato fermato, ma nega che le sia stato chiesto di mostrare il suo seno, a cui la giovane mamma sta valutando di intraprendere un'azione legale.

Lettura Successiva

Brendan Cole si apre alla battaglia con l'ansia da quando è diventato papà per la seconda volta