#MyBirthStory: Perché ho avuto mia figlia di tre anni nella sala parto quando ho partorito



Quando un neonato entra in famiglia, è un arrivo che colpisce tutti.

Può cambiare la dinamica della tua nidiata e persino incitare alla gelosia dei fratelli - ma alcune mamme credono di poterlo superare includendo i loro primogeniti nella nascita del loro secondo.

La mamma di due Rosamund ha coinvolto sua figlia nella sua storia di nascita in uno dei modi più coinvolgenti possibili: si trovava nella vasca da parto, spalla a spalla con le ostetriche!



Come parte della nostra serie #MyBirthStory - in cui un gruppo di mamme condividono le loro storie per dimostrare che c'è assolutamente no come la nascita perfetta - spiega perché ha deciso di includere la sua bambina di tre anni nella sua nascita in acqua e come ha ulteriormente rafforzato il loro legame familiare.

Sono una persona piuttosto ansiosa e, con la mia prima nascita, lo stress di arrivare in ospedale, soprattutto perché mio marito non guida, è stato qualcosa che ho trovato davvero difficile.

torta al cioccolato con volant

Ecco perché sapevo che la seconda volta desideravo un parto in casa. Il centro di maternità vicino a noi era chiuso e quindi il pensiero di un percorso ancora più lungo per l'ospedale era stressante. Ho sentito che era più sicuro dare alla luce un parto in casa e pianificare un parto in casa piuttosto che rischiare un lato del parto in strada.

Era stato pianificato mesi prima che Ramona sarebbe stata parte dell'esperienza di parto e la preparazione per ciò avveniva in modo organico. Ogni volta che mostrava un interesse e voleva chattare con il bambino, iniziammo gradualmente a parlarne e quando ero incinta di circa sei mesi iniziai a mostrare i suoi video su YouTube.

Alcuni hanno mostrato che le donne facevano rumore e altri no. Sapeva che la mamma avrebbe dovuto ruggire per aiutare a spingere il bambino fuori e che non erano i rumori spaventosi che stavo facendo.

Durante tutto il mio lavoro, è stata una parte attiva del mio viaggio di nascita; ha tenuto le mie carte di affermazione sulla nascita per farmi leggere e ha cercato di darmi gas e aria, volendo solo essere d'aiuto.

Mi ha davvero aiutato a concentrarmi e anche a mantenere la calma. Arrivi a quella fase di transizione in cui è un po 'spaventoso e averla lì nella stanza mi ha davvero aiutato a concentrarmi e sentirmi rilassato.



Quando ho iniziato davvero a partorire, era proprio lì tra le spalle delle ostetriche a guardare uscire suo fratello. Penso che mia figlia abbia effettivamente visto più di mio marito! Non gli piace guardare l'effettivo emergere, mi tiene la mano e mi parla. Abbiamo fatto un po 'di ipnobirthing e mi ha aiutato a respirare. Ramona era in realtà la ragione principale per cui sapevo che stavo incoronando, ha urlato 'sta arrivando, sta arrivando, vedo la testa del bambino!' Non ho mai visto nessuno partorire, ma sembrava star bene!



Le ostetriche erano davvero felici che mia figlia fosse lì, così interessata e coinvolta. Ha reso l'esperienza un vero evento familiare e penso che l'abbia aiutata a capire l'arrivo del suo fratellino. Non si è appena presentato, ha capito cosa è successo e come è successo.

torta cigarello al cioccolato

Alcune persone potrebbero trovare l'idea di un bambino di tre anni che guarda la loro madre dare alla luce un po 'strano, ma per fortuna ho ricevuto feedback davvero positivi da tutti quelli che conosco. Tutti pensavano che fosse adorabile, nessuno ha detto niente di negativo.

Sono passati dieci mesi e parla ancora di 'quando Mortimer uscì dalla pancia della mamma' e 'la mamma era nella grande piscina per bambini'. Se qualcuno le chiede cosa vuole essere da grande, dice 'Voglio aiutare i bambini a uscire dalla pancia della mamma'. Non è qualcosa che le è stato messo in testa, le diamo molti esempi come agricoltori e medici, ma ha avuto un impatto davvero grande e posso vedere che ha avuto un effetto positivo.

Inoltre, non c'è stata alcuna gelosia: credo che le abbia reso più facile capire come si è unito alla nostra famiglia. Non è solo arrivato un giorno, lo ha visto arrivare e penso che si senta anche lei aiutata in questo. Ramona e Mortimer sono molto vicini ed è molto materna nei suoi confronti. Lo adora assolutamente e dice a tutti quelli che incontra, 'questo è il mio fratellino'.

Lo consiglierei sicuramente ad altre mamme - è stato assolutamente fantastico. Suggerirei di avere un piano di backup perché ogni bambino è diverso e hai bisogno di qualcuno che chiami per sedersi in una stanza e intrattenerli o portarli fuori dalla situazione se ne hanno bisogno - ma per noi non ne aveva bisogno a tutto ed è stato semplicemente meraviglioso.

Hai una tua #MyBirthStory che vuoi condividere? Parla con noi nella casella di commento qui sotto!

Lettura Successiva

Scansioni a ultrasuoni: come funzionano le scansioni a ultrasuoni?